Entries Tagged as 'Dante'

Percorsi di letteratura da Dante a Ungaretti

EXHIBITION: «… Quella favella a cui cedono tutte le vive». Percorsi di letteratura da Dante a Ungaretti, Biblioteca Nazionale ‘Vittorio Emanuele III’, Piazza Plebiscito 1, Napoli, 7 – 30 settembre 2016.

Percorsi di letteratura attraverso otto secoli di storia guidati  da preziosi manoscritti, splendidi codici miniati, importanti autografi conservati dalla Biblioteca Nazionale di Napoli.

Danno  titolo all’esposizione le significative parole di Giacomo Leopardi  «… Quella favella a cui cedono tutte le vive» tratte Discorso di un italiano sopra la poesia romantica (esposto in mostra).

Un’intera teca è dedicata agli autografi del poeta recanatese,  a testimoniare la vastità e l’importanza del nucleo leopardiano posseduto  dalla Biblioteca di Napoli. Accanto agli scritti in prosa dallo Zibaldone alle Operette morali, tra i celebri versi del poeta non potevano mancare L’Infinito, A Silvia, La Ginestra.

L’eccezionale mostra – aperta solo per pochi giorni ed allestita in occasione del  Congresso nazionale a Napoli  dell’ Associazione di Italianistica – offre un excursus  attraverso le opere dei maggiori autori della Letteratura Italiana.

In esposizione pregiati ed antichi esemplari della Commedia dell’Alighieri, del Decamerone di Boccaccio  e del Canzoniere di Petrarca del XV e XVI secolo.

Accanto ad essi si segnalano pagine autografe dell’Orlando Furioso dell’Ariosto, una redazione  della Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso, l’autografo della terza edizione dei Principii d’una scienza nuova di Giambattista Vico.

La mostra si conclude con un folto gruppo di autografi di Ungaretti:  versi famosi, cartoline dal fronte, lettere.

Per saperne di più

Dante and the Visual Arts

Dante

CONFERENCE; Dante and the visual arts, Los Angeles, University of California, UCLA Center for Medieval and Renaissance Studies, and the J. Paul Getty Museum, 22 – 24 August 2016. Advance registration not required.

This symposium is devoted to the study of the most important editions of the Comedy and of other visualizations of Dante’s masterpiece that were printed in the sixteenth century, and the analysis of the most important aspects and relationships that may emerge. Topics to be investigated are the relationship between text and image; the hermeneutic importance of the image; and, the criteria by which a particular description has been selected to be represented visually in any given canto.

As part of the research project Envisioning the Word: Dante and the Visual Arts 1300-1500, this conference is dedicated to examining the illustrative tradition of the Divine Comedy. The purpose of the project and the previous conferences has been to explore in a systematic and exhaustive manner the meaning, value, characteristics, modalities and functions of the vast tradition of manuscripts, printed editions, and other artistic endeavors (frescoes, paintings, sculptures etc.) that draw their inspiration and their raison d’être in the desire to reproduce iconographically Dante’s vision.

Project collaborators include the journal Dante e l’Arte, the Società dantesca Italiana, the Institut d’Estudis Medievals at the Universitat Autònoma de Barcelona, and the UCLA Center for Medieval and Renaissance Studies.

Programme

Tuesday, 23 August 2016
UCLA Humanities Building, Room 193
* Massimo Ciavolella (Director, CMRS), Welcoming remarks
* Rossend Arqués (Symposium organizer), Welcoming remarks.

* Rossend Arqués (Universitat Autònoma de Barcelona), Il linguaggio artistico e i commenti della Commedia nel ‘500
* Angelo Eugenio Mecca (Independent scholar), Iconografia e filologia: dai manoscritti alle stampe
* Luca Marcozzi (Università di Roma Tre), Images of the Other World in early Cinquecento Print Editions of Dante’s Commedia
* Bronwen Wilson (UCLA), Stone Matters: Sandro Botticelli and His Drawings for Dante’s Inferno
* Claudia Ceri Via (Università di Roma “La Sapienza”), ‘Visibile parlare.’ Ombre e immagini silenziose nella Commedia dantesca
* Silvia Maddalo (Università di Viterbo “La Tuscia”), Poesia in figura: il Purgatorio dantesco di Luca Signorelli a Orvieto.

Wednesday, 24 August 2016
UCLA Humanities Building, Room 193
* Donato Pirovano (Università di Torino), La Nova esposizione visualizzata di Alessandro Vellutello
* Barbara Stoltz (Universität Marburg), Literary Criticism and Theory of Art at the end of the 16th Century: Federico Zuccaro’s ‘Dante historiato’.

UCLA Library Special Collections visit
* Paolo Procaccioli (Università della Tuscia, Viterbo), Tra geometria e topografia. L’itinerarium a Dante di Alessandro Vellutello
* Lia Markey (The Newberry Library), Dante Visualized: Giovanni Stradano and Luigi Alamanni’s Drawings for Prints.

Read more

Più splendon le Carte

Splendon-le-carte

EXHIBITION: «Più splendon le Carte». Manoscritti, libri, documenti, biblioteche: Dante “dal tempo all’etterno”, Biblioteca Reale di Torino, Piazza Castello, 17 giugno – 31 luglio 2016.

La Biblioteca Reale di Torino e la cattedra di Filologia e Critica dantesca dell’Università degli Studi di Torino (Dipartimento di Studi umanistici), con la collaborazione della Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino e dell’Associazione Culturale MetaMorfosi, organizzano una mostra di codici, libri e documenti danteschi.

L’esposizione si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse in Italia e nel Mondo per ricordare Dante Alighieri e rientra nel programma dei Centenari Danteschi (1265-2015 ~ 1321-2021), aperti solennemente il 4 maggio 2015 nell’aula del Senato della Repubblica Italiana alla presenza del Presidente della Repubblica.

La mostra, articolata in sezioni, intende offrire al visitatore la possibilità di vedere dal vivo alcuni tesori librari che in sette secoli di storia hanno contribuito alla fortuna di Dante e di capire il ruolo delle biblioteche per la tutela di questo straordinario patrimonio librario. Perse tutte le sue carte (di Dante infatti non è rimasto alcun manoscritto autografo), la fortuna del poeta è legata a quanti nel tempo hanno ammirato e amato le sue opere, copiandole, stampandole, studiandole.

Il visitatore avrà inizialmente la possibilità di entrare idealmente in uno scriptorium trecentesco, ammirando attraverso pregevoli codici le modalità di trascrivere, illustrare e commentare la Divina Commedia nel secolo XIV.

Le sezioni successive guideranno il visitatore alla scoperta di quei libri a stampa, dagli incunaboli alle moderne edizioni, che hanno segnato la fortuna non solo della Divina Commedia, ma anche di altre opere dantesche, e alla scoperta di alcuni insigni studiosi del passato che hanno letto e commentato Dante: in questa sezione verranno in particolare esposti documenti di archivio dell’Università di Torino relativi a ricerche e lezioni universitarie del primo Novecento.

L’ultima sezione intende illustrare la fortuna planetaria del poeta, attraverso l’esposizione di alcune edizioni della Divina Commedia in altre lingue.

Catalogo a cura di Giovanni Saccani, pubblicato da Hapax Editore.

Per saperne di più

Breve storia dell’editoria dantesca

LECTURE: Attilio Cicchella (Università del Piemonte orientale), «Legato con amore in un volume»: breve storia dell’editoria dantesca, Auditorium della Biblioteca Nazionale di Torino, 21 luglio 2016, ore 17.00.

La conferenza dantesca è stata organizzata in coincidenza della mostra «Più splendon le Carte». Manoscritti, libri, documenti, biblioteche: Dante “dal tempo all’etterno”, organizzata preso la Biblioteca Reale di Torino, Piazza Castello, dal 17 giugno al 31 luglio 2016.

Le precedenti conferenze sono state le seguenti:

23 giugno 2016
* Sabrina Stroppa, Università degli Studi di Torino
Dio, nemico, desiderio, «accidente in sustanzia»: Amore nella lirica italiana antica.

30 giugno 2016
* Giuseppe Noto, Università degli Studi di Torino
«Galeotto fu ’l libro e chi lo scrisse». Francesca e Paolo e il triangolo erotico nelle letterature romanze medievali.

7 luglio 2016
* Massimo Manca, Università degli Studi di Torino
Cerbero, la gola e il numero tre: leggere il sesto canto dell’«Inferno».

14 luglio 2016
* Donato Pirovano, Università degli Studi di Torino
«Vita nuova»: un libro nuovo.

Clicca qui per saperne di più.

Dante and the Visual Arts Summer Symposium

COURSE: Dante and the Visual Arts: A Summer Symposium at UCLA and the J. Paul Getty Museum, 22 – 24 August 2016.

The UCLA Center for Medieval and Renaissance Studies (CMRS) invites applications from graduate students and post-doctoral scholars to attend the Dante and the Visual Arts Summer Symposium. The symposium, organized by CMRS and the journal Dante e l’Arte in conjunction with the J. Paul Getty Museum, will take place August 22–24, 2016 in Los Angeles with sessions at UCLA and at the Getty Center.

The symposium is part of the larger research project Envisioning the Word: Dante and the Visual Arts 1300-1500 which is an ongoing collaboration between the UCLA Center for Medieval and Renaissance Studies and the Institut d’Estudis Medievals at the Universitat Autònoma de Barcelona.

The project’s goal is to demonstrate and document how Dante’s imagery, particularly that associated with the Divine Comedy, draws upon the visual traditions of Dante’s own time and gives them a new form. It also examines the way that Dante’s Comedy influenced the visual arts of the fourteenth and fifteenth centuries and the culture of early modern print.

The Dante and the Visual Arts Summer Symposium will consist of a day at the Getty Museum focusing on manuscripts and printed books of the fourteenth through the sixteenth centuries, concentrating on the long visual tradition associated with Dante and his milieu. Participants will also learn how books and manuscripts were made, illuminated and illustrated.

The symposium will then move to UCLA for two days of presentations and discussions focusing on the most important editions of Dante’s Comedy analyzing such factors as the relationship between text and image, the hermeneutic importance of the image, and the criteria by which a particular description in the text has been selected to be represented visually.

Applicants must be graduate students or post-doctoral scholars who are doing research or specializing in some aspect of Dante studies. An ability to speak and to understand spoken Italian is preferred, but not required. Please note that applicants who are not US citizens will be responsible for obtaining the appropriate visa if required. If selected for the award, the UCLA-CMRS staff will assist with this process.

A total of 12 applicants will be selected to attend the symposium. Six of these applicants will be chosen from the southern California region. An additional six from outside the greater Los Angeles area will be selected to receive funding in the form of roundtrip, economy class travel to/from Los Angeles (i.e., airfare and ground transportation) and 5 nights lodging.

There is no application form. An application consists of these items:
1. A cover letter with the following information: Name, mailing address, email address, telephone number, affiliation and status (school you attend or graduated from; highest academic degree and date awarded), and citizenship status. Please address the cover letter to Professor Massimo Ciavolella.
2. A short description (500 words) of your academic or research interests and an explanation of how the Dante and the Visual Arts Summer Symposium will help you achieve your academic goals. Please describe your fluency with the Italian language.
3. Curriculum vitae.
4. Transcript(s) from all colleges or universities attended.
5. Two letters of recommendation from faculty or scholars familiar with your academic work.

Submit application items 1-4 as a PDF email attachment. Use the subject line “Dante Application.” Letters of recommendation should be submitted by the recommender to the same email address. All applications and letters will receive an email confirmation of receipt.

An exhibit of early books and manuscripts will be on display in UCLA Library Special Collections in conjunction with the symposium.

Deadline: 15 April 2016.

Further information

Dante and the Knowledge of His Time

CONFERENCE: Dante and the Knowledge of His Time, Freie Universität Berlin, Habelschwerdter Allee 45, Sitzungsraum Friedrich-Schlegel-Graduiertenschule, JK 33/121, 10.12.2015. Organizers: Igor Candido, Gaia Gubbini.

The workshop offers seven different perspectives on Dante: from his formation in Florence to the new poetics of the Vita nova; from the foundation of a new science in the Convivio and the De vulgari eloquentia to Dante’s dialogue with Brunetto Latini and Arnaut Daniel in the Commedia; from the hermeneutics of Dante’s otherworldly realms to Botticelli’s illustrations of the poem.

By inviting scholars to discuss Dante’s oeuvre in its historical, philosophical, and literary contexts, the Freie Universität wishes to mark the 750th anniversary of the birth of Dante Alighieri.

Programme

* Gerhard Regn (Ludwig-Maximilians – Universität München), La segnicità dell’oltretomba
* Franziska Meier (Georg-August-Universität Göttingen), Scienza nova? Dante’s Expectations of the Vernacular
* Igor Candido (Johns Hopkins University / Freie Universität Berlin), Notes for Rereading the Vita Nova: the First Dream Vision
* Zygmunt G. Baranski (University of Notre Dame / University of Cambridge), Studying Dante’s Intellectual Formation: Problems rather than Solutions
* Gaia Gubbini (Freie Universität Berlin), La “radice” di Francesca e la speranza di Arnaut: Dante e il problema dell’amore
* Andreas Kablitz (Universität zu Köln), The First Canto of Dante’s Commedia and the Tesoretto by Brunetto Latini
* Joachim Küpper (Freie Universität Berlin), Dante and Botticelli.

Weitere Informationen

Dante e i suoi due anniversari

CONFERENCE: Dante fra il settecentocinquantenario della nascita (2015) e il settecentenario della morte (2021), Roma, Sede del Centro Pio Rajna, Villa Altieri e Palazzetto degli Anguillara, 28 settembre – 1 ottobre 2015.

Programma

Lunedí 28 settembre 2015
Roma, Sede del Centro Pio Rajna
Presidenza: Giovanni Polara
Introduzione al convegno: Un profilo di Dante
* Luciano Canfora, Dante, l’ardore della conoscenza: «fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza».

I temi del convegno: I. Dante tra narrazione biografica e storia
* Teresa De Robertis, Antico e nuovo ‘Codice diplomatico dantesco’
* Johannes Bartuschat, La biografia di Dante fra dati documentali e costruzione retorica
* Giuliano Milani, Per una nuova biografia di Dante. Prospettive storiogra- fiche da una lettura aggiornata dei documenti danteschi.

Presidenza: Andrea Mazzucchi
Contributi integrativi del convegno
Comunicazioni.
Negli intervalli e in chiusura: Mostra di documenti e letture di pagine dantesche.

Martedí 29 settembre 2015
Presidenza: Maria Luisa Meneghetti
I temi del convegno: II. La formazione intellettuale di Dante
* Giuseppina Brunetti, 1. Le letture fiorentine: a) i classici e la retorica
* Roberto Antonelli, 2. Le letture fiorentine: b) le letterature volgari
* Edoardo Fumagalli, 3. Le letture fiorentine: c) le Sacre Scritture
* Sonia Gentili, 4. Le letture fiorentine: d) filosofia e teologia
* Andrea Tabarroni, Ambienti culturali prossimi a Dante nell’esilio.

Presidenza: Paola Manni
I temi del convegno: III. La produzione e la tradizione delle Opere
* Roberto Rea, La ‘Vita nuova’ e le ‘Rime’
* Irene Ceccherini, Il ‘Convivio’
* Giovanna M. Gianola, Le Opere latine.

Mercoledí 30 settembre 2015
Presidenza: Francesco Bruni
I temi del convegno: III. La produzione e la tradizione delle Opere (seguito)
* Pasquale Stoppelli, Le Opere di dubbia attribuzione
* Relatore da definire, La ‘Commedia’: a) la scrittura e la tradizione
* Michelangelo Zaccarello, La ‘Commedia’: b) soluzioni editoriali.

I temi del convegno: IV. Le lingue di Dante. La metrica. La musica
* Giovanna Frosini, Il volgare.

Presidenza: Ottavio Besomi
I temi del convegno: IV. Le lingue di Dante. La metrica. La musica (seguito)
* Silvia Rizzo, Il latino
* Andrea Afribo, Metrica e prosodia
* Antonio Rostagno, «Con l’armonia che temperi e discerni »: Dante e la musica.

Giovedí 1 ottobre 2015
Roma, Sede della Casa di Dante, Palazzetto degli Anguillara
Presidenza: Lucia Battaglia Ricci
I temi del convegno: V. La ricezione e l’interpretazione delle Opere
* Luca Fiorentini, Il «Secolare Commento» alla ‘Commedia’
* Francesca Rosa Pasut, I Commenti figurati
* Massimiliano Corrado, La ‘Lectura Dantis’
* Corrado Bologna, Dante nella letteratura del Novecento.

I temi del convegno: VI. L’eredità di Dante
* Gianfranco Ravasi, Il messaggio ai posteri.

Per saperne di più

Le cronache volgari in Italia

CONFERENCE: Le cronache volgari in Italia. Geografie, modelli, filologie, VI Settimana di studi medievali (ISIME), Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, Piazza dell’Orologio 4, Roma, 13 – 15 maggio 2015.

La VI Settimana di Studi Medievali articolata in tre giorni, dal 13 al 15 maggio, sarà dedicata a temi classici della storiografia. L’attenzione per le cronache e per Dante è ricorrente negli oltre centotrenta anni di vita dell’Istituto storico italiano per il medio evo.

Le cronache volgari, indagate nei loro modelli, nelle loro geografie e nelle loro forme, rappresentano uno dei momenti più significativi della produzione scritta del Medioevo. Nelle cronache si intreccia la vicenda intellettuale con quella politico-sociale delle città comunali e del Regnum.

Isidoro Del Lungo pubblicava nel lontano 1888 Dante ne’ tempi di Dante, per «studiare Dante con la notizia esatta e il retto sentimento de’ fatti dai quali egli trasse argomento e ispirazione; studiarlo, negli scritti suoi e nella vita, facendoci, quanto è possibile, uomini del suo tempo». Aggiorniamo oggi questa proposta.

Una novità totale è invece l’inserimento della premiazione di Raccontare il Medioevo, il concorso dell’Istituto per le scuole. A marcare il rapporto tra ricerca e insegnamento.

 PROGRAMMA

Mercoledì 13 maggio, ore 9.30
Le cronache volgari in Italia
* Gian Mario Anselmi, Il racconto della storia e le cronache volgari.

Testo, codice, ecdotica
* Francesco Montuori, Come “si costruisce” una cronaca
* Marcello Barbato, Testo e codice
* Rosario Coluccia, Testi storici e fatti linguistici.

Geografie
* Giorgio Cracco, Raccontare per chi? Cronachistica e pubblico nell’Italia del Nord tra Due e Trecento
* Giuseppe Porta, La cronaca a Firenze: passione politica e travaglio compositivo
* Giampaolo Francesconi, Una Toscana senza autori: Siena e dintorni
* Riccardo Gualdo, Italia mediana
* Tommaso di Carpegna Falconieri, Roma
* Chiara De Caprio, La scrittura cronachistica nel Regno: scriventi, testi e stili narrativi.

Giovedì 14 maggio, ore 9.30
Contatti e ambienti di produzione
* Enrico Artifoni, Cronaca e arte della parola
* Marino Zabbia, Cronaca e mondo notarile
* Francesco Senatore, Cronaca e cancellerie
* Giulia Barone, Cronaca e mondo mendicante
* Carla Frova, Cronaca e mondo universitario.

Incroci di genere
* Salvatore Silvano Nigro, Cronaca e letteratura nella Novella del Grasso legnaiuolo
* Raul Mordenti, Cronaca e memorialistica
* Paolo D’Achille, Cronache, epigrafi: le scritture dei semicolti
* Eloisa Morra, Le fonti della Vita di Castruccio Castracani
* James Hankins, Il concetto umanistico del volgare e la storiografia.

Venerdì 15 maggio
Concorso nazionale di scrittura creativa per gli alunni delle scuole secondarie di I grado.

RACCONTARE IL MEDIOEVO (quinta edizione)

* Amedeo Feniello, Ludovico e la Storia.

Dante nel tempo di Dante – Coordina Giuliano Milani
* Giorgio Inglese, Introduzione
* Davide Cappi, I cronisti e Dante
* Luca Carlo Rossi, Gli antichi commenti alla Commedia per la biografia di Dante
* Anna Maria Cabrini, Leonardo Bruni e Dante
* Sonia Gentili, I libri di Dante
* Paolo Falzone, Dante e la nobiltà
* Gennaro Sasso, Conclusioni.

Per saperne di più

Dante visualizzato. Le carte ridenti I

Dante

CONFERENCE: Dante visualizzato. Le carte ridenti I: XIV secolo, Universitat Autònoma de Barcelona, Museu Nacional d’Art de Catalunya, e Reial Acadèmia de Bones Lletres. 20 – 22 maggio 2015.

In questo primo incontro barcellonese ci proponiamo di realizzare in modo organico l’analisi e lo studio approfondito di tutti gli aspetti (e le relazioni più interessanti che ne possano emergere) dei più importanti manoscritti illustrati del ’300, ad esempio: Ms. Altona, Christianeum; Budapest, University Library, Ms. 33; Chantilly, Musée Condé, Ms. 597; Firenze, Biblioteca Mediceo-Laurenziana, Ms. Strozzi 152; Firenze, BNCF, Ms B.R. 39: Firenze, BNCF, Ms. Palat. 313; Firenze, Biblioteca Riccardiana, Ms. Riccardiano 1005; Holkham Hall, Library of the Earl of Leicester, Ms. 514; Milano, Ms. Braidense AG 12; Londra, British Museum, Additional Ms. 19587; Londra, British Museum, Egerton Ms. 943, Oxford, Bodleian Library, Canonici Ms. it. 108; Venezia, Biblioteca Marciana, Ms. It. IX 276.

A questo primo convegno seguiranno nei prossimi anni una serie di incontri europei e americani (Carte ridenti II, III ecc.) volti a continuare lo studio sistematico e possibilmente esaustivo del Dante visualizzato nei secoli XV-VI: il significato, il valore, le caratteristiche, i modi e le funzioni della vasta tradizione di manoscritti, stampe e altre opere artistiche che traggono la loro ispirazione e la loro ragione d’essere dalla volontà di riprodurre iconograficamente le visioni di Dante.

P R O G R A M M A

Mercoledì 20 maggio 2015
Universitat Autònoma de Barcelona
Sessioni propedeutiche per gli studenti
* Rocío Sánchez Ameijeiras, Las imágenes en verso: la expresión visual de lo inefable
* Juan Miguel Valero, La Commedia en su transmisión: ¿imágenes dialécticas?
* Chiara Cappuccio, La Commedia e l’iconografia musicale
Tavola Rotonda con la partecipazione di: Rossend Arqués (UAB), Daniel Rico (UAB), Eduard Vilella (UAB).

Reial Acadèmia de Bones Lletres
Presiede: María de las Nieves Muñiz Muñiz (Universitat de Barcelona)
* Marcello Ciccuto, Dante e le parole illuminate. Percorsi recenti di lettura e di critica
* Marco Veglia, Vedere la Commedia. La poesia di Dante fra storia e politica delle immagini
Presentazione della rivista “Dante e l’Arte”.

Presiede: Rocío Sánchez Ameijeiras (Universidad de Santiago de Compostela)
* Sandro Bertelli, Tipologie librarie nella Commedia primo-trecentesca
* Alessandra Forte, Errori in miniatura: per i rapporti genealogici tra il Padovano 67 e il Laurenziano 40.01.

Giovedì 21 maggio 2015
Museu Nacional d’Art de Catalunya
Presiede: Lucia Battaglia Ricci (Università di Pisa)
* Luisa Miglio e Marco Cursi, Carte che ridono poco. La Commedia in mercantesca
* Andrea Mazzucchi, Illustrare e commentare la Commedia nella Napoli Angioina
* Francesca Pasut, I miniatori fiorentini e la Commedia dantesca nei codici dell’antica vulgata: personalità e datazioni.

Presiede: Licia Buttà (Universitat Rovira i Virgili)
* Barbara Stoltz, Le strategie narrative e il commento figurativo nei Codici trecenteschi della Commedia di Dante: Strozzi 152/ Holkham 48 e Additional 19587
* Laura Pasquini, L’apparato illustrativo del Ms. Holkham, misc. 48, della Bodleian Library.

Presiede: Josefina Planas (Universitat de Lleida)
* Giuseppa Zanichelli, Racconti incrociati: La Divina Commedia ms. Parm. 3285 della Biblioteca Palatina di Parma
* Mirko Volpi, Centralità del manoscritto Riccardiano-Braidense
* Anna Pegoretti, I domenicani leggono Dante: la Commedia Egerton 943 della British Library.

Venerdì 22 maggio 2015
Reial Acadèmia de Bones Lletres
Presiede: Marcello Ciccuto (Università di Pisa)
* Antonella Ippolito, Testo ed immagine nel Dante di Altona
* Salvatore Sansone, Immagini su muro: Purgatorio, X, e Roman de la rose
* Eszter Draskoczy, Le illustrazioni del Codex Italicus 1 fra il testo, la tradizione iconografica e la fantasia del miniatore.

Presiede: Rossend Arqués (Universitat Autònoma de Barcelona)
* Marisa Boschi Rotiroti, I manoscritti miniati trecenteschi della Commedia. Analisi codicologica
* Daniele Guernelli, Considerazioni sul Dante Gradenigo (Rimini, Biblioteca Gambalunga, ms. 1162)
* Silvia Maddalo, La corona e la porpora: Dante politico tra Chiesa e Impero in un codice primoquattrocentesco.

Convegno promosso dalla rivista «Dante e l’Arte» e sotto l’egida dell’Universitat Autónoma de Barcelona, el Museu d’Art Nacional de Catalunya, Villa I Tatti, l’Institut d’Estudis Medievals e l’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona.

Per saperne di più

I libri di Dante. Memoria e scrittura

CONFERENCE: I libri di Dante. Memoria e scrittura, convegno interna- zionale, Museo di Orsanmichele, Via dell’Arte della Lana 1, Firenze, 15 – 17 aprile 2015.

Programma

Mercoledì 15 aprile 2015
Presidenza Marcello Ciccuto
* Eugenio GIANI, Saluti
* Aldo MENICHETTI, Introduzione ai lavori
* Johannes BARTUSCHAT, Brunetto Latini in Dante
* Sonia GENTILI e Giuseppina BRUNETTI, Libri medioevali, fonti dantesche: il caso dell’antica biblioteca di Santa Croce.

Presidenza Sonia Gentili
* Justin STEINBERG, Dante e la teologia politica
* Paolo FALZONE, Dante lettore di Sigieri di Brabante?
* Luca Carlo ROSSI, Sui margini dei libri di Dante
* Thomas RICKLIN, “(…) trovai non solamente alle mie lagrime rimedio, ma vocabuli d’autori e di scienze e di libri”. Una rilettura di Convivio II xii 5.

Giovedì 16 aprile 2015
Presidenza Corrado Bologna
* Catherine KEEN, “parlando vommi / con ser Brunetto” (Inf. XV 100-101). Dante in dialogo con Brunetto Latini
* Rodney LOKAY, Dante e la letteratura francescana al femminile: il caso di Piccarda
* Stefano ASPERTI, Salus, venus, virtus: il sistema morale di Dante nel De vulgari Eloquentia
* Winfried WEHLE, Come si va in Paradiso. Sull’antropologia della scrittura in Dante.

Presidenza Emilio Pasquini
* Claudia VILLA, Libri e memorie in Valdarno: un problema aperto
* Corrado BOLOGNA, Sulla presenza di Orazio fra i trovatori e Dante
* Enrico FENZI, Le rime ‘petrose’ e la cultura poetica di Dante
* Julie VAN PETEGHEM, Dante lettore di Ovidio: influssi ovidiani e rifles- sioni metaletterarie nella Commedia.

Venerdì 17 aprile 2015
Presidenza Ted Cachey
* Ronald MARTINEZ, Poesia della parola e poesia della dottrina: la ‘biblioteca’ dei sapienti nel cielo del sole (Paradiso X e XII)
* Simone MARCHESI, Quale Agostino? Incontri, circostanze, motivazioni
* George CORBETT, Dante, Epicuro e Firenze. Una rilettura contestuale del dialogo fra Cavalcante e Dante (Inf. X 52-72)
* Paola ALLEGRETTI, Bonaventura da Bagnoregio, anima e libro.

Theology and Society in the Age of Dante

dante

WORKSHOP - Florentine Confraternities: Theology and Society in the Age of Dante, University of Cambridge, Selwyn College (Chadwick Room), Cambridge (GB), 13 febbraio 2015, at 1.30 p.m. All are welcome and there is no fee for attendance.

It is a joint initiative of the AHRC-funded project ‘Dante and Late Medieval Florence: Theology in Poetry, Practice and Society’ based at the Universities of Leeds and Warwick, and of the Department of Italian at Cambridge.

Program

* Matthew Treherne (University of Leeds), The Confraternities as a source for Dante Studies
* Marina Gazzini (Università di Parma), Italian Confraternities in the Age of Dante: Towards a religious, social and cultural analysis
* John Henderson (Birkbeck College, University of London), The Misericordia in Florence: From coping with poverty to coping with plague
* Matteo Leonardi (Collegio Don Bosco – Borgomanero), The Laudario of Santo Spirito: A secular paraliturgy of the Word
* Nicolò Maldina (University of Leeds), Dante’s Pater noster and Late-Medieval Florentine Liturgy.

Respondents: Simon Gilson and Anna Pegoretti (University of Warwick).

Contact: Heather Webb.

Learn more

Per Cristoforo Landino lettore di Dante

Landino

CONFERENCE: Per Cristoforo Landino lettore di Dante. Contesto umanistico, storia tipografica e fortuna del Comento sopra la Comedia, Firenze, Società Dantesca Italiana, Palagio dell’Arte della Lana (Via dell’Arte della Lana 1), 7 – 8 novembre 2014. Convegno internazionale organizzato con la collaborazione di Villa I Tatti, The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies. Ingresso libero.

Programma

Venerdì 7 novembre 2014, 9.30
Presiede Lino PERTILE
* Lino PERTILE, Introduzione
* Elisa BRILLI, Landino apologeta. Dante e Firenze col senno di poi
* Roberto CARDINI, Landino e Alberti
* Sebastiano GENTILE, Marsilio Ficino, Dante e Landino
* Stéphane TOUSSAINT, L’“Excogitata inventione” dantesca: costruire l’Inferno nel Quattrocento
* Robert BLACK, Landino, commentatore. Su Orazio e la tradizione accademica.

Presiede Edoardo BARBIERI
* Alessandro LEDDA, Per una bio-bibliografia di Niccolò di Lorenzo della Magna tipografo a Firenze
* Lorenz BÖNINGER, Il contratto per la stampa e il commercio del Comento sopra la Comedia
* Luca BOSCHETTO, Ritratto di Bernardo d’Antonio degli Alberti
* Paolo PROCACCIOLI, Tempi e modi della redazione e della stampa del Comento
* Alessandra BARONI, L’autore delle incisioni del Comento e la controversa figura di Baccio Baldini
* Frank LA BRASCA, Il neoplatonismo del Comento sopra la Comedia: realtà e/o mito?

Sabato 8 novembre, 9.30
Presiede Concetta BIANCA
* Piero SCAPECCHI, Esemplari conservati della Commedia impressa da Niccolò di Lorenzo (1481)
* Giancarlo PETRELLA, Il Dante in tipografia: Brescia 1487 – Venezia 1491
* Fabio BERTOLO, La fortuna editoriale del Comento
* Simon A. GILSON, La fortuna del commento landiniano nel Cinquecento: i commentatori e i lettori danteschi
* Concetta BIANCA, Conclusioni.