Entries Tagged as 'Periodicals'

Rabeschi d’oro su Arte Veneta

Nicolò-di-pietro

PERIODICAL: Rabeschi d’oro. Pittura e oreficeria a Venezia in età gotica, numero monografico di “Arte Veneta”, 71/2014 (2015), a cura di Andrea De Marchi e Cristina Guarnieri.

Sommario

* Andrea De Marchi, La ricezione dell’oro. Una chiave di lettura per la storia della pittura veneziana dal Duecento al tardogotico (pp. 9-35)
* Cristina Guarnieri, Indagini sulle lavorazione dell’oro come contributo per lo studio della pittura veneziana delle origini (pp. 37-61)
* Valeria Poletto, Oro e pittura a Venezia attorno all’anno 1300: consuetudini di bottega tra incisione e granitura (pp. 63-93)
* Matteo Mazzalupi, Il beato Jacopo Salomoni in una primizia di Paolo Veneziano (pp. 95-99)
* Roberta Maria Salvador, Girali e racimoli. Paolo veneziano e la definizione di un canone nella decorazione dei nimbi (pp. 101-125)
* Irene Samassa, Fantasie granite. Lorenzo Veneziano e la varietà degli ornati sull’oro (pp. 127-159)
* Pamela Buttus, Sperimentazioni luministiche e geometrie variabili nelle incisioni dell’oro tra Nicolò di Pietro e Jacobello del Fiore (pp. 161-197)
* Manlio Leo Mezzacasa, Temi d’ornato e microtecniche nell’oreficeria gotica veneziana a paragone con le arti maggiori (pp. 199-223)
* Silvia Spiandore, Miniature sotto cristallo e smalti traslucidi in un misconosciuto altare portatile a Malta (225-237).

Per saperne di più

Artibus et historiae, no. 71, XXXVI, 2015

Bella-principessa

PERIODICAL: Artibus et historiae, no. 71, XXXVI, 2015.

* Carol Herselle Krinsky, Why hand G of the Turin-Milan Hours Was Not Jan van Eyck, pp. 31-60.

* Katarzyna Krzyżagórska-Pisarek, La Bella Principessa: Arguments against the Attribution to Leonardo, pp. 61-89.

Su la Bella Principessa vedi anche il recente post di Peter Kidd.

Archivio Storico Italiano, 2015, n. 2

PERIODICAL: Archivio Storico Italiano, Rivista trimestrale fondata da Gian Pietro Vieusseux nel 1842 e pubblicata sotto gli auspici della Deputazione di Storia Patria per la Toscana, vol. 645, 2015, fascicolo 2.

Sommario

* D. GIUSTI, Scritture quattrocentesche della famiglia Gaddi: il Priorista e i Ricordi
* R. GONZÁLES ARÉVALO, De las postrimerías nazaríes a los albores castellanos. Ambrogio Spinola y la continuidad de los genoveses del Reino de Grenada (1478-1508)
* S. P. VIDAL, Una revisione delle tesi di André Chastel su alcune rappresentazioni contemporanee del Sacco di Roma (1527)
* G. SECHE, Vicende e letture di studenti universitari del XVI secolo
* M. VENDITTELLI, Annotazioni ed elenchi relativi alla basilica romana di Santa Maria Maggiore dei primi anni del secolo XIII in calce al manoscritto Vaticano latino 4772.

Clicca qui per maggiori informazioni.

Print Quarterly, vol. XXXII, December 2015

PERIODICAL: Print Quarterly, vol. XXXII, number 4, December 2015.

Articles
* Philippe Thomassin and Giulio Mancini’s Art Collection by JAMIE GABBARELLI 379
* Views of Tangier by Robert Thacker and Thomas Phillips by SIMON TURNER 395
* Brook Andrew and Rebecca Salter: Thinking Contemporary Art through Mokuhanga by RUTH PELZER-MONTADA 412.

Notes
* Maps of Paradise by DOMINIC BATE 425
* Paul Lautensack by SUSANNA BERGER 426
* Nadal’s Annotations and Meditations on the Gospels by MICHAEL BURY 427
* Ottavio Leoni by PIERA GIOVANNA TORDELLA 427
* Upside-Down Printing: A Supplementary Note by AD STIJNMAN 429
* The Art of the Illustrated Book in Seventeenth-Century Venice by PAOLO DELORENZI 431
* Prints Related to Drawings. Salon du Dessin 2013 by LOUIS MARCHESANO 433
* The Collection of the Instituto Nacional de Administración Pública by MARK MCDONALD 434
* Piranesi and the Reception of his Work in Australia by MARIO BEVILACQUA 435
* Diary of Alexander Anderson by CONSTANCE C. MCPHEE 437
* The Lunder Collection, Colby College by MARTIN HOPKINSON 438
* Dutch Art Nouveau by LIESKE TIBBE 439
* A Private Collection of Nabi Prints and Drawings by RACHEL SLOAN 442
* Women in Paris 1880 to 1914, the Dean Collection by RACHEL SLOAN 442
* El Lissitzky (1890–1941) by MARIA STARKOVA-VINDMAN 444
* Carlo Alberto Petrucci by MARZIA FAIETTI 445
* Marc Chagall, Impressions by DORIT SCHÄFER 446
* Not Vital by ANITA HALDEMANN 447
* Artist’s Books: Green Leaf Creations by STEPHEN J. BURY 448
* Christiane Baumgartner by JEANNETTE STOSCHEK 450.

Correction. Judith Rothchild 452
Obituary Ralph Hyde by CELINA FOX 452.

Catalogue and Book Reviews
* Chiaroscuro in the Renaissance by NAOKO TAKAHATAKE AND NANCY BIALLER 454
* Seventeenth-Century Zaragoza by MARK MCDONALD 462
* Artists and the Theatre in Baroque Venice by PAOLO DELORENZI 466
* A Monument to Adam von Bartsch by ANETTE MICHELS 469
* Goya by JESUSA VEGA 471
* Japonisme by ATSUSHI MIURA 473
* New Research on the Poster by BRITANY SALSBURY 476
* Polish Woodcuts after 1900 by WALDEMAR DELUGA 481
* Eduardo Paolozzi by PAUL COLDWELL 485.

Source: H-ArtHist

Berenson e la Francia

BB

PERIODICAL: Berenson e la Francia, a cura di Mo­nica Preti, “Studi di Memofonte”, 14, 2015.

Som­ma­rio della rivista

M. La­clotte, Ber­nard Be­ren­son: sou­ve­nirs (re­cueil­lis par M. Preti)
R. Colby, Ma­ni­fe­sting Dio­ny­sus at the Lou­vre: Be­ren­son in Pa­ris, ca. 1892
H. Du­chêne, Aux ori­gi­nes d’une mé­ta­mor­phose. Sa­lo­mon Rei­nach, édi­teur et tra­duc­teur de Ber­nard Be­ren­son (1894–1895)
E. As­sante Di Pon­zillo, Louis Gil­let, Ber­nard Be­ren­son et la col­lec­tion des pein­tu­res de la Re­nais­sance ita­lienne du Mu­sée Jacquemart-André de Châalis
A. Ducci, Una que­stione di tatto: Be­ren­son e Focillon
A. Ni­gro, Ber­nard Be­ren­son, Char­les Vi­gnier e i mer­canti d’arte orien­tale a Parigi
M. Ca­sari, Be­ren­son e la Per­sia, via Parigi
J. Pi­con, Proust et Be­ren­son: le «ha­meçon» florentin
M. Mi­nardi, Mo­relli, Be­ren­son, Proust. «The art of connoisseurship»
C. Piz­zo­russo, Be­ren­son, Coc­teau. Incontri
A. Trotta, Ber­nard Be­ren­son et l’Exposition de l’art ita­lien de Ci­ma­bue à Tie­polo au Pe­tit Palais.

En savoir plus

Artibus et Historiae, no. 71 (XXXVI), 2015

PERIODICAL: Artibus et Historiae, no. 71 (XXXVI), 2015.

Daniel Savoy, Keeping the Myth Alive: Andrea Dandolo and the Preservation of Justice at the Palazzo Ducale in Venice (pp. 9-29)

Carol Herselle Krinsky, Why Hand G of the Turin-Milan Hours Was Not Jan van Eyck (pp. 31 60)

Katarzyna Krzyżagórska-Pisarek, ‘La Bella Principessa’ – Arguments against the Attribution to Leonardo (pp. 61-89)

Paul Joannides, Revival or Continuity? Three Turns about Pontormo (pp. 91-112)

Marcin Fabiański, L’iconografia del ‘Giove pittore di farfalle’ di Dosso Dossi, ossia il sogno di primavera di Alfonso d’Este (pp. 113-124)

Michele Danieli, Quattro dipinti di Scarsellino nella collezione Canonici e le loro fonti figurative (pp. 125-144)

Steven F. Ostrow, Pietro Tacca and his ‘Quattro Mori’: The Beauty and Identity of the Slaves (pp. 145-180)

Krzysztof J.Czyżewski, Marek Walczak, The Monuments with Portrait Busts of the Bishops of Cracow: On the History of the Reception of Roman Baroque Models of Sepulchral Art in Poland (Bernini – Algardi – Rossi) (pp. 181-223)

Barbara Hryszko, Alexandre Ubeleski (Ubelesqui): The Œuvre of the Painter and the Definition of his Style (pp. 226-280)

Jesper Svenningsen, Mattia Preti’s Vault in Saint John’s, Valletta: New Light on a Complex Iconography (pp. 282-295)

Joseph Manca, British Landscape Gardening, Italian Renaissance Painting, and the Grand Tour (pp. 297-322).

Click here for abstracts.

“Scriptorium” Goes Online

NEWS: Good news from Anne-Véronique Raynal: “Scriptorium” goes online. At the moment, the issues for years 1946-1956. The next step should be the online publication of the following issues up to 1978, and then, progressively, of the rest. Finally, all should be made available but for the last five years of publication.

Read more

Giovanni Previtali, storico dellʼarte militante

Previtali

BOOK: Arturo Galansino, Giovanni Previtali, storico dellʼarte militante, “Prospettiva”, nn. 149-152, gennaio-ottobre 2013 [2014] (Centro Di).

Allievo di Roberto Longhi, Giovanni Previtali tentò di rinnovare la tradizionale connoisseurship con nuove istanze metodologiche. La sua attività scientifica si sviluppa attorno a un’impressionante varietà di interessi, portati avanti con coerenza durante l’arco della sua carriera: dalla riscoperta delle aree “minori” allo studio della letteratura artistica e della storia della critica, dalla riflessione metodologica alla politica culturale.

Previtali fu un energico animatore di mostre, imprese editoriali e culturali, distinguendosi per la presenza costante, in alcuni casi polemica, sulla stampa nazionale. Tutta la sua attività va interpretata alla luce dell’impegno morale e sociale che egli attribuiva al ruolo dello storico dell’arte: un impegno che non andava disgiunto da quello politico.

Il libro si svolge su tre livelli in parte indipendenti: un saggio, un apparato di note e una copiosa appendice documentaria divisa in carteggi e appunti, interventi inediti, progetti editoriali. La narrazione inizia con l’approdo di Previtali, verso la metà degli anni cinquanta, nel mondo di Roberto Longhi, e gli studi nell’ateneo fiorentino sotto il suo magistero.

Parte di rilievo ha il soggiorno a Parigi del 1961, dove il giovane studioso vive la vita della capitale francese tra spettacoli teatrali, mostre e scontri di piazza e dove coglie il senso di un vibrante contesto culturale, in cui si alternano vivi ritratti di alcuni protagonisti della storia dell’arte di quel tempo, tra i quali Anthony Blunt, Vitale Bloch, André Chastel, Michel Laclotte.

Il ritorno a Firenze coincide con la partecipazione alla redazione di ‘Paragone’ e con l’uscita di due libri fondamentali per la storiografia del Novecento (La fortuna dei primitivi, Torino 1964, e Giotto e la sua bottega, Milano 1967).

La morte di Roberto Longhi nel 1970 è il fatto simbolico attorno al quale cambia la vita di Previtali. Con la conseguente uscita da ‘Paragone’ si crea una duratura frattura all’interno della scuola di Longhi, e si arriverà nel 1975 alla fondazione di ‘Prospettiva’, voluta assieme all’amico archeologo Mauro Cristofani.

Questo periodo è segnato anche dall’esperienza nell’Enciclopedia Feltrinelli Fischer, opera concepita nel nome di Longhi, ma contraddistinta da un’ispirazione marxista e dall’apertura di Previtali verso nuove metodologie, quali lo strutturalismo.

Il suo ruolo di consigliere presso l’Einaudi segna un rinnovato interesse per l’iconologia di Panofsky, per il mondo del Warburg Institute, grazie al rapporto con Ernst H. Gombrich, e per le teorie antropologiche di George Kubler.

Impegnato nella sua intensa attività didattica senese, gli anni settanta lo vedono alla guida della Storia dell’arte italiana Einaudi, un’impresa titanica portata avanti tra scontri, accesi dibattiti ed animosità.

La narrazione si chiude all’inizio degli anni ottanta, in concomitanza con il decennale della morte di Longhi e con il convegno di studi a lui dedicato. Questi anni vedono Previtali ritornare a riflettere sul ruolo e l’insegnamento del proprio maestro, in particolare intorno al tema, eminentemente longhiano, di Caravaggio.

A tratti simile a un romanzo, oltre a farci conoscere il personaggio e la sua opera, questo libro rappresenta un viatico per ripercorrere trent’anni di storia dell’arte italiana e osservare alla giusta distanza il contesto culturale e politico che ha caratterizzato quel periodo.

Indice

Premessa, pp. 9-10
Con Longhi, pp. 10-18
Da Roma a Firenze, pp. 19-20
Cronache fiorentine, pp. 20-22
Roma, pp. 23-32
Giro di mostre, pp. 33-35
Milano, pp. 36-44
Comunisti e radicali, pp. 44-51
Tentativi, pp. 52-53
Parigi, pp. 54-63
Scelte di libri, pp. 64-66
Oltre la monografia, pp. 66-75
Intorno al Vasari, pp. 75-76
Fortuna della Fortuna dei primitivi, pp. 77-82
Primitivi tra “gusto” e “fortuna”, pp. 83-85
1964, pp. 86-97
Sotto il diluvio, pp. 98-99
Intorno alla scultura, pp. 100-124
Sopravvivere ai settanta, pp. 125-132
Da ‘Paragone’ a ‘Prospettiva’, pp. 133-135
L’Enciclopedia Feltrinelli Fischer, pp. 136-140
Verso la Storia dell’arte italiana, p. 141-145
Lavori in corso, pp. 146-152
Querelle intorno alla Storia dell’arte, pp. 153-156
L’eredità di Longhi, pp. 157-161

Galleria fotografica dell’attività senese dei primi anni ottanta, pp. 162-166.

Documenti, raccolti da Arturo Galansino
Carteggi e appunti, pp. 169-248
Interventi inediti, pp. 248-275
Progetti editoriali, pp. 276-335
Testimonianze, pp. 336-337.

Una galleria fotografica della vita e delle amicizie, pp. 338-347
Indice dei nomi, pp. 350-362
English Abstracts, p. 363.

Cliccla qui per leggere l’Indice nel dettaglio.

Roma nel Rinascimento, 2012

PERIODICAL: RR. Roma nel Rinascimento, 2012.

Indice

Recensioni:
* Emanuela Prinzivalli, In margine a Vita religiosa a Roma (secoli XIII-XV) (pp. 5-14)
* Paola Zampa, Santa Monica nell’Urbe: approccio multidiciplinare nella ricostruzione di un quadro storico complesso (pp. 15-24)
* Carla Noce, Quattro contributi su Monica, paradigma della madre santa (pp. 25-29)
* Concetta Bianca, Bessarion Scholasticus? (pp. 31-35)
* Stefania Pasti, La Pala di Monteluce: nuovi documenti dell’Archivio di Stato di Perugia (pp. 37-42)
* Maria Grazia Blasio, Roma al bivio di Ercole (pp. 43-47)
*Concetta Bianca, Uno sguardo su Roma (pp. 49-52)
* Damiana Vecchia, Rodrigo Sánchez de Arévalo e l’Accademia di Pomponio Leto (pp. 53-61).

Schede (pp. 63-146). Convegni (pp. 147-154).

Scritture d’archivio e di biblioteche:
* Gianluca Battioni, Ancora sui cavalli per il Duca di Milano (pp. 155-158)
* Massimiliano Albanese, Pio II nel Momus di Leon Battista Alberti: datazione e dedicatario dell’opera (pp. 159-179)
* Maurizio Gargano, Leon Battista Alberti e l’Antico: teorie e pratiche costruttive nel progetto di architettura (pp. 181-186)
* Anna Modigliani, Francesco del Borgo: lo studio, lo studiolo e l’inventario dei beni del 1468 (pp. 187-196)
* Flavia Cantatore, Architettura e committenza tra Milano e Roma. Alcuni documenti su Amedeo Menez de Silva (pp. 197-202)
* Lucilla Vignoli, Piermatteo d’Amelia e “Petrus Matheus de Lauro romanus”: un caso di omonimia nella fortezza Borgia di Civita Castellana (pp. 203-209)
* Anna Esposito, I “Libri pecuniarum ex condemnationibus” di Roma (sec. XVI): una fonte inesplorata (pp. 211- 247).

Rivista di Storia della Miniatura, n. 17, 2013

PERIODICAL: Rivista di Storia della Miniatura, n. 17, 2013 (Centro Di).

Sommario

Tavole a colori (pp. 9-16)

* Alessia Adriana Aletta, Testo e ornamentazione nei Corpora Canonum bizantini del IX-X secolo (pp. 17-28)
* Beatrice Kitzinger, Troyes, Bibliothèque municipale, 960. Approaches to Ninth-Tenth Century Breton Gospel Illumination (pp. 29-42)
* Lila Yawan, Haste, Cost, and Scribes as Painters in Italian Giant Church Books of Mid and Later Eleventh Century (pp. 43-58)
* Alessandro Varavallo, Libri di coro ad Arezzo nel secondo Duecento. Contesti e nuove prospettive interpretative (pp. 59-69)
* Ulrike Bauer-Eberhardt, Fragliche Miniaturen in München. Der sog. Jonathan Alexander Master (pp. 70-74)
* Giovanna Murano, Firme e monogrammi d’artista. R magister e Bartolomeo Tinti da Modena (pp. 75-82)
* Alison Stones, Illuminated Manuscripts of Popes Clement V and John XXII. Toulouse or Avignon? (pp. 83-94)
* Francesca Fabbri, Vizi e Virtù in due codici realizzati a Genova nel Trecento. Fra seduzione d’Oriente e apporti toscani (pp. 95-106)
* Luca Salvatelli, Nuove precisazioni intorno al Borghese 353 della Biblioteca Apostolica Vaticana (pp. 107-112)
* Andrea Improta, Aggiunte alla miniatura napoletana del Trecento. I corali dell’Archivio Capitolare di Udine (pp. 113-121)
* Vittoria Camelliti, La Temperanza di Palazzo Minerbi-Dal Sale a Ferrara. Riflessioni sulla trasmissione di una tipologia iconografica (pp. 122-136)
* Enrica Guzzonato, Il codice D11 della Capitolare di Padova nella tradizione illustrativa del De re militari di Roberto Valturio (pp. 137-147)
* Erika Martini, L’organo a muro nei manoscritti miniati dei secoli XV e XVI (pp. 148-160)
* Isabelle Balsamo, Les Heures d’Urfé et la Trinité-des-Monts. Un grand décor romain pour une ‘chapelle portative’ (pp. 161-167).

- Recensioni a cura di Giuseppa Z. Zanichelli (pp. 168-184)
- Miniatura on-line a cura di Federica Toniolo (pp. 185-190)
- Restauri a cura di Massimo Medica (pp. 191-192).

Mediaeval Studies, 2012

PERIODICAL: Mediaeval Studies, volume 74, 2012. Published by the Pontifical Institute of Mediaeval Studies (PIMS).

Contents

* R. JAMES LONG, James Patrick Reilly, Jr. (1921–2012) (pp. vii-xii).

Texts
* JOHN C. WEI, A Twelfth-Century Treatise on Charity: The Tract “Vt autem hoc euidenter” of the Sentence Collection Deus itaque summe atque ineffabiliter bonus (pp. 1-50)
* LOUIS SHWARTZ, The Quodlibet secundum of Ferrarius Catalanus, O.P., Parisian Master and Successor of St. Thomas Aquinas (pp. 51-99)
* HELEN BIRKETT, Visions of the Other World from the Cistercian Monastery of Melrose (pp. 101-141)
* SEAN L. FIELD, Guido of Collemezzo’s Extraccio de dictis Bernardi et quibusdam aliis super Evangelio “Missus est angelus Gabriel” (pp. 143-162).

Articles
* SCOTT THOMPSON SMITH, Inextricabilis dissensio: Property, Dispute, and Sanctity in the Vita S. Wilfridi (pp. 163-196)
* ANDREW W. LEWIS, The Beginning of the Year in the Limousin: The Evidence from the Chronicle and Notes of Bernard Itier (pp. 197-218)
* WILLIAM C. MCDONALD, “So wol dir gotes wundertal”: Thirteenth-Century Song-Poems on the World by Friedrich von Sonnenburg (pp. 219-241)
* DON A. MONSON, Censorship and Self-Censorship? The Case of Drouart la Vache, Translator of Andreas Capellanus (pp. 243-261)
* JULIUS KIRSHNER, Was Bartolo da Sassoferrato a Source for Christine de Pizan? (pp. 263-282)
* J. PATRICK HORNBECK II, “A Prophane or Hethyn Thing”: English Lollards on Baptism and Confirmation (pp. 283-306)
* AÐALHEIÐUR GUÐMUNDSDÓTTIR, The Dancers of De la Gardie 11 (pp. 307-330).

Learn more

Iconographica, X-XI, 2011-2012

PERIODICAL: Iconographica. Rivista di iconografia medievale e moderna, X-XI, 2011-2012 (SISMEL – Edizioni del Galluzzo).

Sommario

* Emma Maayan-Fanar, Palmyrenes in Beth Shearim: From Diaspora to the Land of Israel, from Memoria to the End of Days (pp. 11-32)
* Ivan Foletti, Sicut in caelo et in terra. Osservazioni sulla cathedra vacua della basilica sistina di Santa Maria Maggiore a Roma (pp. 33-46)
* Nina Chichinadze, Icons as relics. Re-interpreting Repoussé Revetments of Devotional images in Medieval Georgia (pp. 47-56)
* Roberta Durante, Immagini della tenerezza. La Vergine Eleousa del manoscritto Borgiano greco 7 e la pittura monumentale salentina (pp. 57-69)
* Alessandra Gianni, Le ridipinture delle Madonne di Coppo di Marcovaldo e di Guido da Siena: aggiornamento stilistico o esigenze devozionali? (pp. 70-83)
* Philine Helas, Tra mercato e misericordia. Immagini di povertà e carità a Prato fra Tre e Quattrocento (pp. 84-106)
* Santina Novelli, L’iconografia di santa Bibiana nel Seicento: da Carlo Saraceni a Gian Lorenzo Bernini a Jacques Callot (pp. 107-123)
* Eka Berelashvili, New Materials concerning the History of 17th century Georgian Ecclesiastical Embroidery (pp. 124-134).

Biblioteca Iconographica 2009 (pp. 135-147).