Entries Tagged as 'Exhibitions'

800 anni di presenza francescana

EXHIBITION: Terra Santa. 800 anni di presenza francescana a Gerusalemme, Milano, Pinacoteca di Brera – Biblioteca Nazionale Braidense di Milano,  21 novembre – 23 dicembre 2017.

In occasione dell’anniversario davvero significativo degli 800 anni di presenza francescana nel Levante e più specificatamente in Terra Santa dove frate Elia arrivò nel 1217 inviato da San Francesco viene presentato il libro Itinerari e cronache francescane di Terra Santa, bibliografia ragionata dei libri scritti e fatti stampare dai francescani tra il 1490 e il 1800 insieme al catalogo degli Itinerari presenti nelle biblioteche della Custodia a Gerusalemme Itinera ad loca sancta.

Verranno inoltre esposti un centinaio di libri provenienti dalla Biblioteca Braidense e da una biblioteca privata milanese che ha una sezione con oltre 500 libri specificamente incentrati sui pellegrinaggi in Terra Santa. I libri in mostra includono anche molti testi di autori laici o appartenenti ad altri ordini religiosi e hanno tutti per oggetto la Terra Santa e i paesi limitrofi, quali la Siria, il Libano e l’Egitto che molti pellegrini visitavano in occasione del loro viaggio in Palestina.

Tra di essi vi sono edizioni molto rare e altre di grande bellezza sia per la veste tipografica che per le tavole che riproducono vedute del viaggio nel Levante, i monumenti sacri e quelli antichi, le popolazioni locali, la fauna e la flora dei luoghi etc. I libri sono stati scelti con il criterio di illustrare i diversi argomenti che più interessavano i viaggiatori oltre a quelli devozionali strettamente legati al pellegrinaggio.

Per saperne di più

Ambrogio Lorenzetti in mostra a Siena

Lorenzetti

EXHIBITION: Ambrogio Lorenzetti, Siena, Santa Maria della Scala, 22 ottobre 2017 – 21 gennaio 2018. Curatori: Alessandro Bagnoli, Roberto Bartalini e Max Seidel.

Ambrogio fu uno dei più grandi pittori dell’intera Europa del secolo XIV, ma si può dire – per quanto possa sembrare un paradosso – che è un artista poco conosciuto. È universalmente noto come il pittore del Buon Governo, il ciclo di dipinti allegorici e dalle straordinarie visioni urbane e agresti. Ma, al di là di questo, non si conosce il pittore dall’incontenibile creatività che ha rinnovato profondamente molte tradizioni iconografiche; non si conosce l’innovatore della concezione stessa dei dipinti d’altare, il grande pittore di storie sacre, il narratore che allarga lo sguardo alla reinvezione del paesaggio e della pittura d’ambiente.

Grazie a una serie di richieste di prestito molto mirate, (saranno esposte opere provenienti dal Louvre, dalla National Gallery, dalle Gallerie degli Uffizi, dai Musei Vaticani) la mostra intende ritessere la grande vicenda artistica di Ambrogio Lorenzetti, facendo convergere al Santa Maria della Scala tutta una serie di dipinti che, in massima parte, furono prodotti proprio per cittadini senesi e per chiese della città.

Potranno così tornare a vivere idealmente, grazie ai frammenti superstiti, anche cicli di affreschi un tempo molto famosi ma distrutti, come quelli dell’aula capitolare e del chiostro della chiesa di San Francesco a Siena, i dipinti della chiesa agostiniana senese e il ciclo, restaurato per l’occasione, della cappella di San Galgano a Montesiepi, a tal punto fuori dai canoni della consolidata iconografia sacra che i committenti pretesero delle sostanziali modifiche poco dopo la loro conclusione.

La mostra, preceduta dall’iniziativa Dentro il restauro, realizzata grazie al contributo del MIBACT per Siena capitale della cultura 2015, ingloba anche alcuni altri luoghi della città: la chiesa di San Francesco e la chiesa di Sant’Agostino, dove sono stati compiuti per l’occasione i restauri dei cicli di affreschi del Lorenzetti e naturalmente il Palazzo Pubblico, sede del ciclo del Buon Governo.

Per saperne di più

J. Paul Getty Life and Legacy

Getty

EXHIBITION: J. Paul Getty Life and Legacy, The Getty Center, Los Angeles, September 27, 2016–Ongoing.

This permanent installation tells the story of J. Paul Getty, the businessman and art collector who used the bulk of his wealth to create the arts institution that bears his name. Considered the world’s richest man in the 1950s and 60s, Getty made his fortune in the oil business. Upon his death in 1976 he bequeathed his estate to his small namesake museum, along with a remarkably broad directive.

Accordingly, the J. Paul Getty Trust was created, the world’s largest cultural and philanthropic organization dedicated to the visual arts. The installation includes objects that Getty collected personally, and a digital interactive experience that visitors can use to learn about his life, business dealings, and establishment of the Trust and the Museum.

Read more

Il buon secolo della pittura senese

Beccafumi-mostra

EXHIBITION: Il buon secolo della pittura senese. Dalla Maniera moderna al Lume Caravaggesco, Montepulciano, San Quirico d’Orcia e Pienza, 18 marzo 2017 – 30 giugno 2017. La mostra è stata prorogata fino al 30 settembre 2017.

Sedi della mostra:
1. Domenico Beccafumi, l’artista da giovane, Montepulciano, Museo Civico Pinacoteca Crociani.
2. Dal Sodoma al Riccio: la pittura senese negli ultimi decenni della Repubblica, San Quirico d’Orcia, Palazzo Chigi Zondadari.
3. Francesco Rustici detto il Rustichino, caravaggesco gentile e il naturalismo a Siena, Pienza, Conservatorio S. Carlo Borromeo.

La grande mostra che si svolge in tre straordinarie città gioiello del Senese, si ispira, nel titolo, ad una frase dell’abate Luigi Lanzi, storico dell’arte vissuto tra Sette e Ottocento ed è dedicata ad uno specifico periodo storico che va dagli inizi del XVI alla metà del XVII secolo, quando l’arte senese brillava di eccellenti e singolari personalità artistiche ancora, nella maggior parte dei casi, troppo poco note al grande pubblico.

Allo scopo di migliorare la loro conoscenza, nasce l’idea di questa originale rassegna in cui le città di Montepulciano, S. Quirico d’Orcia e Pienza ospitano ciascuna, prendendo spunto da un capolavoro che si trova sul territorio, una sezione espositiva dedicata a un importante artista senese ed al suo ambiente. Ogni settore prevede un itinerario alla scoperta di opere altrettanto significative rispetto a quelle esposte ma che, per varie ragioni, sono rimaste nelle loro sedi originali.

Questa soluzione permette di completare idealmente la visita con il valore aggiunto di percorrere e scoprire una terra splendida e magnificamente conservata. Tutte le opere in mostra provengono da prestigiose collezioni pubbliche e private, chiese ed istituzioni religiose, allo scopo di donare ai visitatori una visione quanto più esaustiva possibile di un grande secolo un poco dimenticato.

Per saperne di più

Jewish Books and their Christian Readers

EXHIBITION: Jewish Books and their Christian Readers: Christ Church Connections, Christ Church Library, Oxford, 22 May – 20 October 2017. Curated by Dr Rahel Fronda.

The four cases display the wealth of Hebraica and Judaica at Christ Church and around, following the story of Hebrew studies in Oxford from the late 16th century until the end of 18th century.

The exhibition will be accompanied by a detailed scholarly catalogue in print. The planning work for this is well in progress, and involves collaboration with the Bodleian Library, Oxford Conservation Consortium, Lincoln College, Merton College, Queens’ College in Cambridge, as well as the Westminster Abbey.

The exhibition is connected with the EAJS conference Jewish Books and their Christian Collectors in Europe, the New World and Czarist Russia.

Read more

Reading Drawings @ the Courtauld

Courtauld

EXHIBITION – Reading Drawings. The Gilbert and Ildiko Butler Drawings Gallery, The Courtauld Gallery, Strand, London WC2R, 21 January – 4 June 2017.

Inscriptions on drawings reveal essential information about their authorship, dating, subject matter, purpose and history. In Reading Drawings, a selection of works from The Courtauld Gallery’s own collection demonstrates the varying reasons both artists and collectors wrote on drawings, ranging from straightforward signatures to lengthy captions, invented languages and marks of ownership.

Drawings by masters such as Canaletto, Signac, Rubens and others, attest that throughout the ages and regardless of school or nation, artists have felt compelled to write on their drawings. Such inscriptions may be notes to themselves or to others, records of date and time, or unrelated musings scrawled on the first available sheet of paper.

Later owners were similarly unreserved about marking up the drawings in their possession, writing either their own names or the names of the artists to whom they attributed their works. Collectors with more substantial numbers of drawings frequently stamped their sheets with a collector’s mark as well, displaying their ownership for all to see.

The works on view encompass the sixteenth through twentieth centuries, and several have never before been exhibited. They embody an intriguing variety of annotations, and demonstrate how every inscription enriches our knowledge of each work, shedding light on its execution, purpose and ownership.

Read more

The Greek manuscripts of Magdalen College

barca

EXHIBITION: The Greek manuscripts of Magdalen College, Hilary Term Library, Oxford, 8th February – 16 May 2017.

Read more

La bellezza nei libri (mostra)

mostra-Padova

EXHIBITION: La bellezza nei libri. Cultura e devozione nei manoscritti miniati della Biblioteca Universitaria di Padova, Oratorio di San Rocco, Padova, , 8 aprile – 7 maggio 2017.

La mostra, a cura di Federica Toniolo, Lavinia Prosdocimi, Nicoletta Giovè Marchioli e Pietro Gnan, raduna trenta manoscritti miniati conservati nella Biblioteca Universitaria di Padova, quasi tutti mai esposti in precedenza, provenienti dalle istituzioni monastiche e conventuali, in gran parte padovane, soppresse in età napoleonica – come Santa Giustina o gli Eremitani – ma anche da note biblioteche private padovane, ad esempio quella del medico Giovanni Battista Morgagni, docente di anatomia presso l’Ateneo patavino.

Il titolo La bellezza nei libri intende sottolineare non solo la pregevolezza dei manoscritti scelti: la bellezza di questi manufatti risiede infatti anche nell’armonia della loro mise en page, nell’eleganza delle scritture, nel fascino della loro storia. Si tratta di libri antichi di studio, devozione e scienza illustrati con pitture ora eleganti e raffinate, ora più ingenue e popolari, ma sempre sorprendenti per la loro fantasia. Tra gli artisti rappresentati, oltre ad anonimi miniatori francesi influenzati dall’arte normanna o dagli atelier parigini del primo Duecento, vi sono maestri della scuola bolognese, padovana e veneziana, e, ancora, esempi di miniatura centro-italiana e napoletana.

La mostra è accompagnata da un ciclo di conferenze e dalla pubblicazione di un catalogo, a cura di Chiara Ponchia, che, oltre alle schede dei manoscritti esposti, raccoglie sei saggi sulle nuove importanti acquisizioni emerse durante la campagna di studi.

Per saperne di più

I tesori della Biblioteca Forteguerriana

Forteguerriana

EXHIBITION: I tesori della Biblioteca Forteguerriana, Pistoia, Biblioteca Comunale Forteguerriana, Sala Gatteschi, 3 gennaio – 28 aprile 2017.

La biblioteca celebra l’avvio di un anno speciale per Pistoia, capitale italiana della cultura 2017, proponendovi le sue opere più preziose: manoscritti antichi, incunaboli, volumi riccamente illustrati, edizioni rare, autografi, disegni e stampe.

Per saperne di più

L’arte di suor Plautilla Nelli agli Uffizi

Suor-Plautilla

EXHIBITION: Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola, Gallerie degli Uffizi, Firenze, 8 marzo – 4 giugno 2017. A cura di Fausta Navarro.

Nel 2017, le Gallerie degli Uffizi iniziano un percorso a lungo termine finalizzato alla valorizzazione delle artiste donne. Una delle prime iniziative è la mostra degli Uffizi dedicata a suor Plautilla Nelli (1524 – 1588), considerata la prima pittrice fiorentina.

Polissena de’ Nelli, questo il nome da ragazza di Plautilla, entrò nel convento di santa Caterina a quattordici anni. Qui, imparò da sola l’arte della pittura, copiando opere e disegni e usando le consorelle come modelle. Plautilla riuscì a realizzare opere di grande qualità e condusse una vera bottega artistica, con molte allieve.

Plautilla dipinse soprattutto opere a tema religioso: chi possedeva il quadro dipinto da una suora, assegnava all’oggetto un potere quasi magico. I lavori di Plautilla erano dunque non solo molto apprezzati, ma anche considerati molto preziosi.

La mostra degli Uffizi non presenta solo i quadri di Plautilla, ma anche alcuni codici da lei miniati, testimonianza della grande vitalità artistica del monastero.

Per saperne di più

Salon International du Livre Rare

Birago

EXHIBITION: Salon International du Livre Rare & de l’Objet d’Art de Paris (Stand C5), Les Enluminures, Grand Palais, Avenue Winston Churchill, 75008 Paris, 7 – 9 April 2017.

There will be exhibited an exceptional selection of illuminated manuscripts, Books of Hours, Text Manuscripts and miniatures.

Learn more

Prima dell’alfabeto in Mesopotamia

EXHIBITION: Prima dell’alfabeto. Viaggio in Mesopotamia alle origini della scrittura, Venezia, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, Palazzo Loredan, Campo Santo Stefano, Venezia, 20 gennaio  – 25 aprile 2017.

Duecento reperti, tra sigilli, tavolette e manufatti delle civiltà mesopotamiche, ripercorreranno oltre 3000 anni di storia della scrittura. Dai primi pittogrammi, all’astrazione dei segni cuneiformi. Un’evoluzione raccontata anche attraverso tecnologie multimediali interattive, che renderanno chiara ed avvincente la nascita della comunicazione scritta e con essa della storia.

Per saperne di più