Pietro Toesca a Roma e la sua eredità

Toesca

CONFERENCE: Pietro Toesca a Roma e la sua eredità, Università degli Studi di Roma La Sapienza, Facoltà di Lettere e Filosofia, 7 – 8 aprile 2017.

Pietro Toesca (1877-1962) è stato uno dei maggiori storici dell’arte italiani del Novecento, ma la sua figura di studioso e insegnante non è stata indagata quanto quella di altri personaggi chiave della disciplina quali Adolfo Venturi, Roberto Longhi o Giulio Carlo Argan. Se gli anni del suo magistero a Torino sono stati già oggetto di ricerche specifiche, manca a tutt’oggi un esame complessivo degli oltre venti anni nei quali Toesca visse e lavorò a Roma, insegnando alla Sapienza.

Il convegno intende richiamare l’attenzione su questo lungo e proficuo periodo della sua attività, sia nella veste di docente in una Scuola dove si sono formati alcuni protagonisti della storia dell’arte italiana del pieno Novecento, sia in quella di intellettuale e studioso nel rapporto intessuto con le principali istituzioni dell’epoca (Enciclopedia Italiana, Gabinetto Fotografico Nazionale, Istituto Centrale del Restauro, Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte).

Programma

Venerdì 7 aprile 2017
Museo dell’arte classica, Odeion
Introduzione
* Carlo Bertelli, La cripta di Epifanio e il suo seguito.

L’insegnamento universitario alla Sapienza
Presiede Antonio Iacobini, Sapienza Università di Roma
* Novella Barbolani (Sapienza Università di Roma), Toesca prima di Roma: gli anni fiorentini
* Loredana Lorizzo (Università degli Studi di Salerno), «Da quel giorno delle sue prime accoglienze l’ho seguito fino alla fine». Pietro Toesca e Adolfo Venturi
* Fabrizio Crivello (Università degli Studi di Torino), Toesca e la miniatura negli anni romani
* Manuela Gianandrea (Sapienza Università di Roma), Pietro Toesca “romano” e il suo Medioevo
* Stefano Pierguidi (Sapienza Università di Roma), Periodizzazione e neovenetismo: il dibattito negli studi sul Barocco degli anni Cinquanta.

Il mestiere di storico dell’arte
Presiede Michela di Macco, Sapienza Università di Roma
* Antonino Tranchina (Bibliotheca Hertziana – Max Planck Institut), Toesca, Géza de Francovich e la scultura romanica “italiana”
* Marco Ruffini (Sapienza Università di Roma), Sul metodo di Pietro Toesca: saper vedere e ricerca storica
* Laura Cavazzini (Università degli Studi di Trento), Il Trecento (soprattutto la scultura)
* Aldo Galli (Università degli Studi di Trento), Toesca e la scultura del Rinascimento. Una curiosità intermittente
* Andrea De Marchi (Università degli Studi di Firenze), Dal cantiere del Quattrocento: le voci dei pittori toscani nell’Enciclopedia Italiana.

Sabato 8 aprile 2017
Dipartimento di Storia dell’Arte, Aula Venturi
* Stefano Asperti, Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia, Saluti.

Il rapporto con le istituzioni
Presiede Edith Gabrielli, Polo Museale del Lazio
* Anna Melograni (MiBACT), Toesca e la Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti
* Benedetta Cestelli Guidi (Sapienza Università di Roma), Pietro Toesca ed Ernst Kitzinger: continuità di sguardo e progetto
* Massimo Pomponi (INASA) e Lucinia Speciale (Università del Salento), Pietro Toesca e l’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’arte (1927-1951)
* Simona Rinaldi (Università degli Studi della Tuscia), Pietro Toesca e l’Istituto Centrale del Restauro (1941-1948)
* Stefania Ventra (Sapienza Università di Roma), Toesca all’Enciclopedia Italiana: indicazioni di metodo agli autori delle voci
* Xavier Barral i Altet (Université de Rennes 2; Università Ca’ Foscari, Venezia; Bibliotheca Hertziana – Max Planck Institut), Toesca visto da Toesca. L’autobiografia celata.

Tavola rotonda
Andrea Bacchi, Claudia Cieri Via, Michela di Macco, Mario D’Onofrio, Edith Gabrielli, Flaminia Gennari Santori, Laura Laureati, Valentino Pace, Ilaria Schiaffini, Stefano Valeri

Per saperne di più

Discussion Area - Leave a Comment