Il commercio degli stracci da carta

ARTICLE: Augusto Ciuffetti, Il commercio degli stracci da carta nello Stato pontificio nei secoli XVIII e XIX tra politiche economiche e pratiche mercantili, “Mélanges de l’Ecole française de Rome. Italie et Méditerranée moderne set contemporaines” (MEFRIM), 127-1, 2015, pp. 109-120.

Abstract

In questo saggio si affronta il tema del rapporto tra Stato e mercato negli ultimi secoli dell’età moderna. Il ruolo delle istituzioni e gli obiettivi del mercantilismo sono studiati in riferimento al settore della carta e della sua materia prima, cioè gli stracci, in un’area ben delimitata, costituita dallo Stato pontificio. Per garantire alle cartiere un regolare approvvigionamento di stracci e per limitare la loro esportazione e il contrabbando, tra Settecento e Ottocento le autorità pontificie cercano di varare numerosi progetti di riforma, ma senza ottenere dei risultati concreti. Tale esito si deve anche al particolare atteggiamento dei mercanti, costantemente impegnati a difendere i loro interessi.

Contact: a.ciuffetti@univpm.it

Discussion Area - Leave a Comment